Viano profumi coltelli

Categorie prodotto
Brands

1° puntata di #razortime

1° puntata di #razortime

Ràzorock – Mentor 

Non di soli saponi vive l’uomo,ma ovviamente necessita di un altro fondamentale strumento per portare a compimento la propria rasatura. Ecco che entra in gioco il rasoio, che sia un DE, o un ML, sarà sempre lui ad accompagnarvi in questo rito, che è la rasatura tradizionale. Il primo rasoio che analizziàmo è anche il primo ad essere entrato nel mio arsenale di DE. Parliamo del Razorock Mentor. Un attrezzo molto strong, che già a prima vista incue abbastanza timore per la sua esposizione della lama. Un closed comb, ma con l’arroganza di un open. Montato su manico Razorock Barber Pole (72 gr) si ha subito la sensazione e la sicurezza di avere per le mani un rasoio solido, e ben forgiato. La testa (32 gr) completa l’opera, portando questo rasoio a superare i 100 gr di peso totale. Bello pesante come piace a me, favorendo così il vero lavoro del rasoio… scivolare sul viso mosso quasi solo al suo peso. Ha un baricentro sui 3/4 della lunghezza totale (circa 1 dito sotto alla testa, che rende intuitiva e a mio avviso, molto comoda l’impugnatura. Il rasoio ha una dimensione per me ideàle con questo manico, infatti abbiamo una lunghezza complessiva (tesa+manico) di 9,3 cm, che per un peso di 104 gr, risulta veramente vantaggiosa. . Il taglio non è sicuramente dolce, anzi…io quando lo acquistai, cercavo un rasoio in grado di garantire la profondità di una shavette, ma che fosse un po’meno scorbutico rispetto ai rasoi a mezza lama. Il risultato è spettacolare,se si pensa che una bàrba (in media di 4/5 giorni) viene polverizzata con le solite 3 passate, e lascia un BBS che raramente ho avuto (ovviamente montando lame performanti –Feather, Elios, Kai…). Avendo una barrà di sicurezza dritta, si ottiene un angolo di rasatura abbastanza aperto, che non lascia spazio allà titubanza, anzi… Se si sbaglia, il Mentor non perdona.

Il Mentor è un po' il cattivone di casa Razorock.
Un rasoio di sicurezza che ispira solidità e porebbe soddisfare l'utilizzatore di shavette.

CONCLUSIONI

Un rasoio ben costruito, con un peso giusto,che permette di ottenere senza indugi,quello che il Mentor promette, ovvero portare via tutto quello che incontra. Molto delicato sulla pelle, anche su rasatura (per me fin esagerata) di solo 2 giorni. Da il meglio di sé su bàrba un po’ più lunga, lasciando sempre una pelle non stressata, e decisamente vellutata. Con lame più morbide, io ho avuto la sensazione che strappasse un po’,non riuscendo ad avere la lama al 100% in tensione. Un rasoio adatto a chi vuole avere qualcosa di performante, ma senza andare nel mondo delle “spade laser”. Dovessi identificarlo su una scala di aggressività lo metterei nei MILD+.

VOTO : 7

Consiglio : Ottimo per chi si approccia ai DE arrivando da uno shavette.

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#26

TFS Pantarei – Set completo

Un omaggio alla Sicilia, e chi meglio di Alessandro Pistoia, creatore del brand Pantarei, poteva raccontare quest’isola? Un set che in qualche modo, vi farà fare un tour nella nostra “magna isola” toccando tutti i suoi profumi! Ma andiamo con ordine. La versione che analizziamo insieme oggi, è la più nuova, ovvero ha una fragranza concentrata all’interno del sapone, per esasperare le profumazioni e rendere il viaggio veramente unico. Contenuto in un barattolo di plastica nero con tappo a vite, Pantarei si presenta con una copertina decisamente rilassante e in accordo con quello che è l’immaginario comune della Sicilia. Infatti si trova un etichetta he raffigura un cielo azzurro, con alcune nuvole e un raggio di sole che le apre. Al centro, tono su tono, troviamo la scritta Pantarei. Sul bordo abbiamo già alcune indicazioni di quello che troveremo all’interno del sapone, ovvero la composizione, la manna di Sicilia. Ebbene questo ingrediente (che viene prodotto esclusivamente sull’isola) ha numerosi benefici per la nostra pelle, tra i quali, quello di essere un ottimo nutriente per la pelle, ma è anche un potente agente lenitivo. Queste due caratteristiche si fondono ottimamente con l’uso che si deve fare…Aprendo la confezione, si spande nell’aria una profumazione decisamente dolce, dove al mio naso predomina il sentore di caramello. Ma la magia deve ancora iniziare! Come di consueto io monto il sapone in ciotola, per cercare di aprire in maniera nitida le profumazioni. E in questo caso, è quasi un obbligo farlo! Iniziando a montare il sapone (che non richiede eccessiva acqua) si aprono le sfumature leggermente agrumate,  con un fondo di verde/dolce, che armonizza il tutto. La schiuma che si crea è abbastanza grassa, densa e alla vista abbastanza compatta. 

Caratteristica davvero unica del sapone da barba Panta Rei è la manna di Sicilia, molto benefica per la pelle.

Dopo qualche ricerca, ho capito il motivo per il quale, con ogni pennello usato, non riuscivo a fare scomparire le micro bolle dal sapone…ecco il mistero si risolve semplicemente: la manna di Sicilia (quella di cui abbiamo accennato prima) ha questa caratteristica, di creare delle micro bolle di aria durante la fase di montaggio. Queste bolle hanno (almeno per quello che ho riscontrato io) un potere protettivo, creano infatti una micro barriera tra lama e viso, donando protezione, senza dover per forza avere una schiuma extra grassa. Un’altra meravigliosa trovata della natura ,messa al servizio della rasatura 😊 In fase di rasatura le profumazioni si amplificano, rendendo le note di Caramello, decisamente predominanti, anche se il fondo verde/dolce, rimane presente. Il rasoio scorre sempre bene sulla pelle, senza intoppi, anche se devo dire,in seconda passata, ho trovato sempre la schiuma leggermente meno protettiva rispetto alla prima passata. Diciamo che (per il mio punto di vista) le bolle di aria che si sono formate durante il montaggio, tendono ad affievolirsi con il passare del tempo, rendendo quindi la fase di protezione un po’ meno presente. Finita la rasatura, però succede una cosa… La pelle è come il velluto, post shave che risulta essere bello grasso, pelle molto liscia (risultati che si vedono sull’utilizzo continuativo) che ricorda un po’l’effetto che si ha dopo l’utilizzo del borotalco. Una vera goduria, che mi ha fatto immaginare una pasta di mandorle. Si quei dolci fantastici che sono quasi vellutati, ma hanno una sostanza decisamente importante 😅 Ma veniamo adesso all’after shave, dove si ha un esplosione di dolcezza incredibile! In questo splash alcoolico, si ha una percezione di dolcezza uguale e contraria rispetto al sapone. Infatti si percepisce una nota più cioccolatosa, mixata ottimamente con delle note fruttate (mi sembra di sentire della pesca) e quel collegamento con il sapone si ha solo con la nota verde/dolce che era presente già prima (credo che sia una nota di patchouli…ma non sono sicuro al 100%). L’effetto è abbastanza lenitivo, anche se mi aspettavo qualcosa di più “coccoloso” a livello di botta alcoolica, che secondo me è un pelo troppo forte per il contesto in cui si trova. Dopo circa un ora, sulla mia pelle scompare la nota verde, e quella frutta si sta affievolendo, ma con grande piacere, riaffiora la nota di caramello, che accompagna il cioccolato per le restanti 3 ore. Un After che non dura eccessivamente, ma lo considero un bene, anche perché si rischiava di avere un dopobarba un po’ troppo stucchevole.

CONCLUSIONI

Un ottimo set, con un INCI breve ma con le cose giuste. Un ingrediente nuovo, raro, e che fa entrare direttamente dalla porta principale in Sicilia. Sul singolo uso, non si apprezza in maniera completa quello che è questo sapone, ma dopo un po’ di utilizzi, si comprende appieno quello che la manna di Sicilia può regalare alla nostra pelle. La profumazione è decisamente particolare, forse un po’ “sbilanciata” in favore delle note dolci, che forse alla lunga possono leggermente stufare. Forse avrei preferito avere un po’ più di corpo da parte degli agrumi che si sentono solo in poche fasi della rasatura. After che è piacevole a usare, conclude bene l’armonia che crea il sapone e ha una persistenza giusta per la profumazione “dolciastra” che possiede. Secondo me questo sapone è uno dei migliori (a livello di INCI e beneft in post rasatura) di quelli prodotti a TFS con le “vecchie” formule. Un pochetto perde sulla protezione, ma guadagna sul post shave.

Se siete amanti dei dolci,questo è da assag…..da provare!

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐++

PACK:⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐

*prodotto nella categoria media

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Oltre che nella formula, TFS PantaRei è molto originale anche nella profumazione.
Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#25

Barbier D’oc – Argal Set completo

Un nuovo brand che si affaccia al mondo della rasatura tradizonale, con un prodotto decisamente dolce, giusto e appopriato al periodo dell’ anno. Un dolce mix che vi stupirà per la sua esplosione, che lascierà nell’aria un aroma….di gioia! Ecco Argal è la giusta traduzione di gioia, infatti in lingua piemontese Argal significa proprio gioia, felicità. Bè, la pera mixata al cioccolato non e’ forse la quinta sinfonia della gioia?😊 Ma adesso parliamo del prodotto in sé, andando ad analizzarlo per filo e per segno. Contenuto in un vasetto di plastica nera da 125 ml, Argal si presenta con un etichetta che è decisamente legata alla tradizione da cui deriva il suo nome. Troviamo infatti una bandiera occitana (che per chi non lo sapesse è una cultura popolare che affonda le sue radici nel basso Piemonte e nella parte meridionale della Francia) che circonda in tutto il suo rosso, la famosa Croce Occitana, vero simbolo di questa cultura. La scritta Argal è in giallo per armonizzare appieno con tutti gli altri elementi della confezione. Aprendo il barattolo si apre immediatamente la porta della Fabbrica di Cioccolato, e un dolcissimo profumo di cioccolato si spande nell’aria. Il sapone si presenta con un colore marroncino abbastanza tenue, con una pasta decisamente morbida. Ho preso in esempio la sbarbata che piu’ di tutte mia ha dato gioia (tanto per stare in tema😅)…Pennello Semogue in maiale, è l’ideale per prelevare in maniera corretta questa pasta di sapone, per non parlare della morbidezza che ti da in volto durante l’insaponatura. Bastano pochi giri di pennello per avere la giusta quantità di prodotto, e iniziare a fare un bellissimo, e aggiungo godurioso, montaggio in ciotola. Con movimente lenti ma decisi, le setole del maialazzo creano una schiuma densa, compatta ma anche decisamente voluminosa. C’è da dire che essendo un sapone abbastanza grasso, tende a chiedere in fase di montaggio abbastanza acqua,ma per il risultato che se ne ottiene, direi che ne vale assolutamente la pena😊.

Argal è un set per la rasatura che ritempra e mette di buon umore anche durante il freddo inverno.

Il risultato che si ottiene è sicuramente dovuto all’ingrediente principe di questo sapone: il burro di Chupuaçu. Questo burro infatti, decisamente grasso, aiuta in fase di montaggio ad avere una schiuma densa e corposa, ma non si limita solo a questo, anzi, questa è la caratteristica “marginale” se vogliamo. Infatti questo burro è un ottimo alleato per la pelle. Un antiage naturale, che aiuta a ricreare il collagene della pelle, grazie alle numerose vitamine che ci sono al suo interno, ma aiuta anche nell’idratazione della pelle, la rende elastica e molto tonica. Già questo basterebbe ad avere un prodotto top, ma se poi ci aggiungiamo ancora l’olio di mandorle dolci, abbiamo fatto tombola. Dopo aver montato a dovere questo sapone, inizio ad insaponare il viso. Qua la gioia è veramente a livelli indescrivibili. Un profumo di pera si mixa alla perfezione con il cioccolato, facendo risaltare in egual misura gli aromi presenti. Passata dopo passata i due elementi principe si chiarificano, si rendono più netti, facendo diventare questa combo qualcosa di ben bilanciato e decisamente “perfetto” e rotondo. Durante la prima passata, nel mio caso, si percepisce maggiormente il cioccolato, mentre nella seconda esce in maniera più netta la nota fruttata di pera. Diciamo che si ha un effetto quasi “nascondino” dove le due profumazioni si fanno cercare durante tutta la sbarbata. Appena terminata l’ultima passata con il buon R89 su manico bulldog, mi accorgo di avere in viso una specie di strato sottile di “burro” che rende la pelle decisamente morbida e molto idratata. Non è un post shave grasso, ma ben bilanciato, che fa sentire i benefici del prodotto usato, ma non appesantisce la pelle.

Ma adesso è giunto il momento del goloso dopobarba. Il dettaglio della Croce Occitana sul tappo, è un piccolo dettaglio ma che a mio avviso fa la differenza. Una personalizzazione in più su un prodotto che trasuda tradizione popolare da tutti i pori. Aprendolo, la nota dei profumi è la medesima di quella del sapone, semplicemente elevata a potenza. Infatti, l’effetto “Fabbrica di Cioccolato” e’ sempre presente, anche se la nota fruttata si percepisce  in maniera più netta rispetto al soap. La botta alcoolica c’è tutta, un bello schiaffone in faccia che ti fa capire che Willy Wonka non è un personaggio proprio angelico, ma la goduria della fragranza fa passare in un nanosecondo la sensazione scorbutica dell’alcool. Si gioca di nuovo a nascondino con le fragranze, anche se in maniera più netta e veloce rispetto al sapone. Infatti, per circa 2 minuti prevale la nota di cioccolato, per poi scomparire e lasciare spazio alla pera, che a sua volta si nasconde facendo apparire per  pochi secondi delle note speziate calde, che appena volano via, lasciano lo spazio a un tripudio di pere e cioccolato. Un mix unico che fa venire l’acquolina in bocca. Ecco, dopo circa 5 minuti si ha una vera e propria torta pere e cioccolato spalmata sul viso. Questa è gioia allo stato puro, anzi un vero Argal! E’ una fragranza concentrata, che vi accompagnerà sicuramente per 5 ore e forse qualcosa in più, avendo sempre quelle sfumature dolci che vi renderanno sicuramente la giornata più allegra!

CONCLUSIONI

Un sapone che sicuramente soddisferà anche i puristi più ostici,  perché con pochi (ma buoni) ingredienti, riesce a trasformare questo bellissimo rito, in un viaggio sensoriale, ricco di profumi e sentori che sanno di casa, di prodotti che fanno bene al cuore e all’anima, che tutti conoscono, e che sono un porto sicuro sempre. Ideale sotto le feste, in cui i dolci sono un obbligo sempre, perché trovo che crei un clima di gioia, festa e serenità. Secondo me l’after è il suo pezzo forte, perché  permette di avere questo profumo dolce, quasi da pasticceria, sempre con se. Non è stucchevole, non annoia e non appesantisce come si potrebbe credere leggendo le poche righe che lo descrivono sul sito, ma in realtà dona quel non so che di fresco che smorza i sentori caldi della cioccolata mista alla pera (la versione piu’ succosa della Williams…). Dico che per me è un set che va bene per le “grandi occasioni” in cui non si vuole  passare inosservati, ma si vuole apparire, e mostrare a tutti che quel giorno si è allegri, gioiosi…che suma Argala’!

VOTAZIONE ⭐⭐⭐⭐

GIUDIZIO COMPLESSIVO (valutando l’effetto finale, il pack, la profumazione e il comportamento in rasatura)

*prodotto nella categoria media

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Da prodotto gourmand quale è, Argal è in buona compagnia con i Cuneesi al Rhum, cioccolatino tipico di Cuneo.
Categorie Senza categoria

STRESSTEST#24

La “cera del Benessere” 💆🏻‍♂️

Questo non è uno stresstest, ma è un ode a un prodotto, che per me è stato veramente rivoluzionario! Mai avrei pensato che in un boccetto di appena 20 gr, si potessero trovare così tanti elementi benefici. Ripeto, oggi sono a farvi fare un viaggio ben oltre alla classica cera da baffi, ma direttamente in un centro benessere immerso in un oasi marocchina. 3…2…1 gooooooo! Il pack è quasi insignificante per quello che troveremo all’interno, ma anche l’occhio vuole la sua parte😉. Semplice, senza tanti fronzoli, che spiega (parzialmente) quello che ci aspetta. Logo aziendale con sotto una scritta, che cita Argan Marocchino. Ecco svelato uno dei principali elementi, che poi alla fine è un pò il simbolo/marchio di fabbrica di Azbane. La dicitura moustache wax devo dire che (dopo averla usata) è un pò fuorviante, perché secondo me inganna il compratore, che magari si aspetta la classica cera a base di cera appunto… Ma qua no! Questa è la cera del benessere! Infatti aprendo la confezione ci si accorge subito che siamo di fronte a un prodotto che non è normale… Densità strana, quasi un burro, anzi un mix tra balsamo modellante (quelli che normalmente contengono cera) e un burro da barba. Ma cosa c’è di così emozionante? Bè, basta vedere quello che c’è dentro….  Attenzione a non svenire per tutto questo ben di dio😅 Olio di Argan, è lui il protagonista, un olio che ha la peculiarità di “curare” e prevenire la secchezza dei peli, ma anche i problemi di sfibro. È un ottimo idratante e sulla pelle, tende a dare un effetto più elastico. Ma la lista è ancora lunga… Burro di karité, l’emoliente per eccellenza in cosmetica, si unisce  all’olio di sesamo, che funge da vettore per gli altri elementi con cui è a contatto, facendo penetrare a fondo questi ultimi. È un ricostituente naturale e previene l’arrivo della bestia nera di ogni barbuto o baffuto… L’arrivo della forfora! Già un mix di questi 3 elementi basterebbe, ma ad Azbane piace esagerare: e allora via con altri 2 oli del benessere: ecco a voi l’olio di fico d’India e l’olio di ricino. Partendo da quest’ultimo, posso solo dire che è fondamentale nella ricostruzione dei peli, ma aiuta anche a illuminare i peli! Ma vogliamo parlare dell’olio di fico d’India? Questo elemento aiuta a prevenire la formazione delle doppie punte, e innesca un processo, che favorisce la crescita del pelo!

Più che una cera, un trattamento curativo per i baffi. Chi conosce Azbane non rimarrà stupito della particolarità di questo prodotto.

Cioè avete capito di cosa si sta parlando? Non può essere sminuita come sola cera baffi (anche se la cera Alba è la base su cui si mischiano questi elementi quasi divini)!  Ok, non è una cera come la intendo io, ma quando l’ho scoperta, è diventata una vera droga. Dopo circa 3 mesi di utilizzo costante vi posso solo dire… Come facevo prima???  Una vera cera del benessere, che io applico su baffo umido (e trovo che sia il suo uso migliore) tutte le sere, facendo così penetrare e lavorare il prodotto durante tutta la notte, facendomi svegliare con un baffo visibilmente nutrito, rilassato e (dopo circa 1 settimana si inizia ad apprezzare) molto lucido e luminoso. Il pelo è molto più robusto, e quella sensazione di crespo che avevo al mattino (senza usare nessun trattamento) è letteralmente sparito. Ovviamente essendo così ricca di grassi benefici, la sensazione sul pelo è un pò untuosa, ma si assorbe tutto nel giro di 10 minuti. Faccio un piccolo cenno sulla profumazione, che personalmente a me non fa impazzire, ma per il risultato che lascia, va benissimo. Un mix erbaceo, con delle note leggermente speziate, si fondono con un letto di verde. Nulla di eccitante, sia chiaro, io avrei preferito qualcosa di unsented o magari con delle note più delicate e magari tendenti al legnoso, per non far distogliere l’attenzione dalla meraviglia che sta succedendo sui baffi, o barba che sia.

CONCLUSIONE

Per me è diventato un must have, ma non per far prendere polvere, ma per usarla e finirla. Un prodotto talmente ricco che da solo potrebbe essere il “prodotto definitivo” per la cura del baffo. Potrebbe da solo sostituire olii e Balsamo, perché per un baffuto, questo mix è veramente ottimo. Da un minimo effetto modellante, ma non mi frega nulla. Qua il benessere e la cura del pelo la fanno da padrona!! Elementi selezionati con cura e sapientemente Uniti, per dare un benessere al pelo, che (almeno io) facevo fatica a trovare con altri elementi singoli, anche perché spesso uno mi escludeva l’altro. Qua si hanno elementi che vanno oltre al classico prodotto che fa una sola cosa. Qua siamo di fronte a un eccellenza, che va usata, come se piovesse 😅

VOTAZIONE : ⭐⭐⭐⭐

Pack : ⭐⭐⭐

Profumazione (Soggettiva) : ⭐

Uso su baffi : ⭐⭐⭐⭐⭐

INCI : ⭐⭐⭐⭐

Benefici dopo l’utilizzo : ⭐⭐⭐⭐⭐

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

L'olio di Argan marocchinao è protagonista di una formula molto pregiata in questa cera.
Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#24

TFS P-671 “V” – Set Completo 🎭

Ovviamente questo set non poteva che uscire il 5 di novembre (…vi chiedo di mettervi al mio fianco, a un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato. V). E dopo questa perla che ci fa entrare in clima “da vendetta” iniziamo a parlare di questo set!  Partendo dal pack, troviamo un immagine di V ovviamente circondato dalle famose rose rosse. Una scritta tratta dal film si pone sotto al personaggio, con al centro una V che si forma dall’apertura di un ML. Decisamente accattivante, e per gli appassionati di cinema, secondo me da avere 😉 Il pack è quello “nuovo” di TFS, bello largo che permette un prelievo semplice e molto comodo. Aprendo il pack, si gode finalmente della profumazione di P-671. Si apre con delle note speziate che si fondono con un mix di rose. Elegante, raffinato e molto mistico come aroma. Ma durante la sbarbata la musica cambia. Inizio a prelevare il soap con il Simpson T3, e procedo a montare in ciotola. Una schiuma molto densa, ma senza essere eccessivamente “a stucco” si crea sotto alle setole morbide del T3. Essendo un sapone con una lavorazione tripla, si ha una schiuma che risulta essere molto soft sul volto, ma comunque molto protettiva. Il fido R89 con manico Bulldog scivola sulla faccia come un treno. Infatti questo sapone, è decisamente ricco di olii, il che rende molto scorrevole questo P-671. Ma oltre alla scorrevolezza, sono decisamente benefici per il benessere della nostra pelle. V non poteva che non avere l’olio di Rosa Moschita al suo interno: un anti age naturale, che aiuta a rigenerare la pelle, e a “curare” gli eventuali piccoli taglietti che possono uscire durante la rasatura. Chiude il sapone l’unione dell’olio di ricino (che aiuta nell’idratazione della pelle) con l’olio di cocco, un mix semplice ma sempre molto funzionale!

Il packaging molto originale è uno dei punti forti di TFS V P671

Durante le varie insaponate, la profumazione tende a evolvere, passando dal mix speziato (che era prevalente nella prima snasata) a una predominanza di fiorito, su di un letto di rose, con qualche nota di legnoso, che rendono il sapone decisamente maschio. In alcune sbarbate ho avuto la sensazione di avvertire delle note di scorza di agrumi amari, ma non ci metterei la mano sul fuoco su cosa potessero essere. Una sbarbata molto confortevole, che lascia un post shave decisamente “untuoso” creando una specie di velo sulla pelle (una caratteristica che normalmente si trova con l’utilizzo dell’olio di ricino) , che perdura per una decina di minuti, dando una sensazione di morbidezza davvero interessante. Quando arriva il momento dell’after, la pelle è pronta e preparata per ricevere la botta alcoolica. Eccoci. Un bouquet di rose esce subito, per poi lasciare spazio al mix di spezie e legno che danno il vero corpo all’after. Una profumazione che sa di elegante, ma lascia uno spiraglio un pò “sensuale” dovuto al floreale. Diciamo che la sensazione di essere nel “nascondoglio” di V con questo set, io l’ho avuta.

CONCLUSIONE

Un set particolare, che non si fa capire subito, ma ha bisogno di parecchie sbarbate per palesarsi a tutti. Devo dire che la rosa tende a dare una profumazione abbastanza dolce, ma è ben bilanciata dalle spezie. Subito, devo essere sincero, non mi aveva fatto sussultare, ma con un pò di utilizzi, capendolo, mi ha fatto fare un viaggio, strano e mistico, ma sempre un viaggio 🛂.Un prodotto abbastanza enigmatico, proprio come V. L’after secondo me è molto interessante da usare (anche con altri saponi) in quanto ha un eleganza da “profumo storico” ma con un tocco un pò più moderno. Il floreale per me è la chiave di volta, che trasforma decisamente questo after, da classico a contemporaneo.

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO (tra i prodotti della stessa categoria*) : ⭐⭐⭐

PACK : ⭐⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE : ⭐⭐⭐ Soggettiva

POST SHAVE: ⭐⭐⭐

PROTEZIONE/SCORREV.: ⭐⭐⭐

RAPPORTO QT/QL PREZZO: ⭐⭐⭐

* Prodotto nella categoria media

 

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

L'olio di Rosa Moscheta è il componente vegetale curativo della pelle di questo sapone da barba.
Categorie Senza categoria

STRESSTEST#23

Signature Series – Rufus Houd’s Triumphant

Dopo un po’ di digiuno, tornano finalmente gli Stress test, e lo fanno in pompa magna, andando a testare la linea Signature di Capitan Fawcett, forse tra le migliori cere per baffi in commercio. Parliamo della Triumphant, dedicata all’attore comico inglese Rufus Houd’s, che come molti di noi, è anche un cultore del baffo.
La grafica con cui si presenta è particolare, se si pensa alla sobrietà del brand, in quanto è di color lime, il che diciamo è un tocco di classe in quanto si sta cercando di rappresentare l’essenza comica di un personaggio televisivo. Classica confezione in alluminio da 15 gr, con tappo a vite. Il contenuto  mi ha subito lasciato un pò perplesso, in quanto è di un colore quasi bianco, molto differente da quello che di solito ci propone il Capitano (vedi differenza con la Barberism nelle foto successive). In effetti, la composizione è differente rispetto alle classiche cere nel vaso in vetro, ma differisce anche di alcuni ingredienti anche rispetto alle altre della linea Signature. È molto meno naturale e purtroppo contiene alcuni elementi tra cui petrolati e silicati, che la rendono (tra tutte quelle di Capitan Fawcett) forse la meno “eco”. Ma andiamo alla prova sul campo, anche perché oggi, c’è da sudare il giusto. Alle 8 metto in posa il manubrio, con estrema facilità, anche perché la cera ha una consistenza decisamente più morbida rispetto alle sorelle. La profumazione è piacevole, un piacevole mix di ylang ylang, con note erbacee verdi, che poggiano su sentori leggermente ozonati. Una profumazione che può essere utilizzata tranquillamente nei mesi più caldi dell’anno, senza nessun problema, personalmente in inverno, non mi ha dato molta soddisfazione come olfatto, anche se quando non si gela, ci può stare…Baffo perfetto e ben scolpito, via si parte verso nuove avventure 😅. Oggi si va di tinteggiatura ufficio, quindi parto subito a spostare mobili, per far posto ai teli dell’imbianchino, e nonostante i 5 gradi, sudo il giusto😅 Fatto tutto, mi toccano le “pulizie di Natale” del magazzino, con annessi viaggi in discarica… E siamo solo a mezzogiorno 🤞🏻 . Pranzo veloce e vado a ultimare i lavori, per poi tornare a sistemarsi l’ufficio perfettamente ri tinteggiato 😁

Devo dire che questa cera mi ha stupito e “deluso”, quasi in egual misura. Nonostante il baffo abbia retto alla perfezione alle fatiche di oggi, ho avuto per tutto il giorno una sensazione di pesantezza e untuosità che solo con le peggiori cere avevo riscontrato… Un mix strano, dove all’apparenza il baffo è sempre stato perfetto, ma provavo “fastidio” nel sentirlo come se fosse impregnato nella gelatina. Probabilmente l’uso di materiali poco naturali, messi in contatto con il calore corporeo più elevato rispetto ad una giornata “tipo” hanno creato un mix “perfettoimperfetto”. Alla vista top… Al tatto flop…
Probabilmente è un effetto ” Comico” pensato appositamente per ricreare l’enfasi del personaggio… Chi lo sa…
CONCLUSIONE
Non posso dire che non mi sia piaciuta, perché in altri contesti si è comportata molto bene, anche se l’effetto unto era sempre dietro l’angolo, ma non mi ha neanche fatto sentire “trionfante” come recita il nome del prodotto…Da avere? Si perché è molto semplice da gestire, è garantisce una tenuta ottima, ma da dosare le quantità per evitare di sembrare appena usciti da un bagno nell’olio 😉, ma non la consiglio come unica cera. Profumazione ever green, quindi non ci si sbaglia…

VOTAZIONE : 7 1/2
Buona ma non buonissima, tanta tenuta, poca bellezza estetica, bel pack ma ingredienti troppo chimici…
Ne carne ne pesce… Tra le cere del Capitano una delle più strane e meno formali… Irriverente come Rufus Houd’s, fuori dalla tradizione di Capitan Fawcett. Tenuta ottima, ma effetto in viso non dei migliori.

Andrea🖊

Test effettuato nel periodo senza restrizioni Covid-19

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#23

Bluebeards Revenge ☠️

Premessa decisamente importante quella che accoglie questa crema da barba decisamente accattivante nel pack, con dei tocchi decisamente giovanili e se vogliamo un pò trasgressivi. Ecco Bluebeards Revenge, brand che si sta facendo strada tra stupore e certezze nel mondo “barba”, appare subito molto decisa dei suoi prodotti. Ma che premessa fanno sul loro prodotto per la rasatura? Ebbene partono decisamente forte, ma forse un pò troppo… Loro (testualmente) scrivono sulla confezione che probabilmente la loro shaving cream, è la migliore del mondo…! Ok, parliamone. Io sono sempre un pò stupito quando un prodotto (qualunque esso sia) parte con delle premesse così imperiali, trionfali e alle volte non confermate. Questo è uno di quei casi in cui rimango basito nel vedere la dicitura “the Best of” e l’INCI… Cioè, così a primo impatto non mi sembra che ci sia nulla di così “magico” da farmela definire la migliore tra le migliori, anzi… Ma come sempre, per giudicare bisogna provare. Quindi andiamo alla prova sul campo. 6 sbarbate quotidiane, 6 pennelli e altrettanti rasoi usati per capire come effettivamente lavora… Si, rispetto ad altri competitor, come schiuma e protezione si batte in maniera onesta, ma parliamo sempre di prodotti “entry level”, dove la meccanica è quella che deve essere, senza però avere all’interno della formula chissà ché elemento “Esotico” che fa andare il tonsore in brodo di giuggiole. Una schiuma abbastanza densa, che da il suo meglio con i sintetici, proteggiendo e facendo scorrere il rasoio in maniera discreta, ma senza farmi sembrare su una pista di pattinaggio… Una profumazione abbastanza classica, da vecchia barberia, viene miscelata con dei tocchi di moderno, leggermente dolce, che ringiovanisce decisamente il pensiero del Barber Shop a cui siamo abituati a pensare. Una cosa bella questa, che a mio avviso, funge da richiamo verso i giovani che si affacciano a questo mondo, svecchiando il classico profumo dei prodotti “da banco”.

The Bluebeards Revenge non ha certo scelto la sobrietà per presentarsi ai wetshavers!

L’INCI come dicevo prima, non ha nulla di eccezionale all’interno, anzi, qua la chimica la fa decisamente da padrona. Gli unici elementi che troviamo di origine naturale, sono un surrogato (che dubito fortemente essere naturale al 100%) di burro di cocco, e l’ ethylhexylglycerin che è un emoliente per la pelle, che si ricava dalla sintesi di alcuni cereali. Ecco, diciamo che per me il “the Best of” dovrebbe avere qualche elemento in più per essere definito tale. Un prodotto che ha dietro di si tantissimo marketing, un immagine forte, e alcuni prodotti che sono veramente interessanti, ma per me, questa shaving cream ha ben poco di attraente. Sebbene il costo sia decisamente “a portata” questo prodotto viene divorato dal suo ego. Per me partire con una premessa del genere, significa quasi sfidare la gente a dirne il contrario, ma avendo la certezza di aver venduto oramai il prodotto. Un sapone che si salva (per me) solo nella profumazione, che trovo essere abbastanza gradevole, anche se totalmente evanescente appena si termina la sbarbata. È versatile, perché permette l’uso di molti after shave (a me è piaciuta molto in abbinata con il Floyd Black) ma qui parliamo di gusti personali. Quanto a prodotto, lo reputo abbastanza basso, senza infamia e senza lode, anzi, per me alcuni prodotti decisamente più economici, gli mangiano in testa…La chimica non sempre è un male, anche se io preferisco le formule più naturali, ma in questo caso, la chimica è troppa… E il troppo stroppia…

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO (tra i prodotti della stessa categoria*) : ⭐⭐ (stiracchiate…)

PACK : ⭐⭐

PROFUMAZIONE : ⭐⭐⭐ Soggettiva

POST SHAVE: ⭐

PROTEZIONE/SCORREV.: ⭐⭐

RAPPORTO QT/QL PREZZO: ⭐

* Prodotto nella categoria entry level.

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

La profumazione è la nota positiva di una crema da barba che pecca di presunzione.
Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#22

Phoenix Shaving (PAA) – The CUBE ⬛🇺🇸

Direttamente dell’Arizona un prodotto che, dopo diverso tempo di utilizzo, posso dire essere veramente fenomenale, e aggiungo che secondo me, tutti dovrebbero usarlo, ma non solo per farsi la barba….Ebbene si, il CUBE di PAA è quel prodotto che finché non lo si prova, non si può descrivere, in quanto è talmente tanto ricco di elementi benefici, che quasi sembra impossibile avere tutto questo ben di Dio racchiuso in un cubo di sapone. Ma andiamo con ordine: innanzitutto per cosa è stato pensato the CUBE? L’idea è stata pensata per essere usato come pre barba, ovvero, strofinare questo cubo di sapone nero in viso, per preparare il volto alla rasatura, e così facendo, sprigionare gli elementi benefici e rendere il rito decisamente più confortevole. Il The CUBE è infatti un concentrato di benessere, ricco di olii e Burri, tutti di natura vegetale, che agiscono sulla nostra pelle in 1000 e più modi. All’interno infatti troviamo l’ Estratto di Avena che serve a proteggere e idratare la pelle secca, l’olio di Jojoba che aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle, il burro di Chupuacu (che avevamo già visto nel sapone di TFS 75°anniversario) che è molto emoliente e serve a idratare la pelle, l’olio di semi di mandorle dolci, che aiuta la lubrificazione e la levigazione della nostra pelle. Ma non è finita qua… Anche se già con questi elementi si potrebbero avere delle performance decisamente notevoli, hanno inserito all’interno 2 elementi che per me erano impensabili da utilizzare all’interno di un pre shave. Il primo è l’Astrocaryum Murumuru, un burro che ha un caratteristica stupenda per l’uso del CUBE: infatti questo burro, crea uno strato sulla pelle (che si percepisce immediatamente) quasi siliconico, ma senza otturare i pori, ma al contrario del pensiero comune, li fa respirare. Così facendo, la protezione del prodotto sulla pelle aumenta, ma senza danneggiare il derma… Che belle cose che ci riserva la natura🌿🍃. Il secondo e ultimo elemento a me nuovo, è il burro di Platonia Insinnis, che si estrae dal frutto di questa pianta, e ha il potere di far assorbire meglio alla pelle, gli elementi con cui questo burro viene a contatto. Figata.

Un sapone pre barba davvero efficace? Quelli di PAA ci hanno creduto e l'hanno fatto!

Cioè in un Cubo di sapone troviamo elementi che già da soli sono un toccasana per la pelle, e se poi ci aggiungiamo prodotti decisamente performanti, avremo (e avrete) una rasatura come poche volte avete avuto. Garantito! Questo Cubo, però (almeno per me) non si può limitare semplicemente al momento prima della rasatura, ma secondo me è un vero toccasana (più in inverno che in estate per via del Murumuru) anche senza effettuare una sbarbata dopo il suo utilizzo, ma impiegarlo (io lo faccio 1 sera si e una no) come vero sapone per lavare il volto e la barba. Io avendo una barba corta ovviamente passo sopra, e sciaquo bene, mentre sul baffo, ahimè, ho trovato poco beneficio in quest’uso, ma ricordiamo che è un sapone pre shave al 110%!

CONCLUSIONI

Un prodotto da avere. Senza se è senza ma, una concezione totalmente differente dai pre shave che ci sono in commercio, perché rende la pelle veramente pronta per la rasatura, dando uno sprint in più a qualunque sapone, dal più commerciale, fino al più sofisticato. Ovviamente ho avuto la risposta migliore usando prodotti da banco, che non avendo chissà che all’interno, con questo pre shave, il risultato finale è stato veramente lodevole. Non ha profumazione, il che lo rende ottimo con qualsiasi prodotto. Un pre shave che a mio avviso, manda letteralmente in pensione i concorrenti, ma non per demerito loro, ma per la supremazia che ha il the CUBE!

VOTAZIONE : ⭐⭐⭐⭐⭐

INCI : ⭐⭐⭐⭐⭐

Preparazione pelle : ⭐⭐⭐⭐⭐

Pack : ⭐⭐⭐⭐⭐

Rapporto quantità/qualità : ⭐⭐⭐⭐⭐

(Circa 11 euro per 277 gr)

Senza se e senza ma, per me questo è il vero pre shave, che soddisfa qualsiasi tensore, dal neofita al navigato. Una volta provato non se ne può più fare a meno. Dura nel tempo, e soprattutto con un utilizzo costante la pelle ne beneficerà.

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Il Cube di PAA ricorda un sapone di Marsiglia nella forma, ma la sua composizione è molta più sofisticata
Categorie Senza categoria

STRESSTEST#22

CAPTAIN FAWCETT, RICKI HALL, BROOZE & BACCY

Fawcett fu un iconico esploratore “edoardiano”, che naufragó con il suo equipaggio e relativo carico al largo delle coste del Congo, facendo inabissare anche la sua famosa formula, per la creazione della sua personale cera per baffi. Solo nel 1997 fu ritrovata all’interno di un baule, e immediatamente riprodotta seguendo scrupolosamente le indicazioni del Capitano. Adesso la possiamo trovare sfaccettata in diverse fragranze, ma mantenendo sempre fede alla ricetta originale. Quella di cui parliamo nella puntata odierna è una cera in collaborazione con il noto modello barbuto inglese, Ricki Hall, con una fragranza ottima per l’autunno (e non solo). Si presenta in un barattolo da 15 ml in alluminio, con raffigurato sopra l’esploratore. La consistenza è cerosa, bella dura al tatto (anche se rispetto alla linea classica l’ho trovata più morbida) e di colore giallo paglierino. Aprendo il vasetto escono e si spadono subito nettamente, tutte le fragranze, un ottimo mix, bello avvolgente, caldo e signorile. Si percepiscono le note nette di Tabacco e di incenso, supportate da sentori di rum, legno e vaniglia. Profumazione molto decisa, ben marcata. Alle 7.30 acconcio il baffo, dopo aver prelevato una discreta quantità di prodotto, e averlo accuratamente scaldato tra i polpastrelli. Si modella in maniera abbastanza semplice (chi la prende come prima cera, oppure non riesce a prelevarla, consiglio di ammorbidirla un po’ lasciandola a bagnomaria o su un termosifone per qualche minuto) e creo il mio Dalí che risulta perfettamente scolpito e con un effetto molto naturale. Giornata tranquilla (si prospettava) , con consuete pulizie dell’ufficio e qualche consegna di documenti. La pioggia però è battente e io non ho l’ombrello, ma niente paura, la cera di Capitan Fawcett resistere anche al diluvio. Mi stupisco un po’ nel vedere alle 12 un baffo ancora perfetto, quasi appena fatto, nonostante mi sia preso tantissima pioggia (si alle 12 sono bagnato fradicio😅)

Captain Fawcett dedica spesso prodotti a personaggi famosi. Il modello Riki Hall ha fatto carriera grazie a barba e baffi.

Vado a casa, pranzo, sistematina e ripartiamo per un pomeriggio tutt’altro che tranquillo.  Un bellissimo furgone da caricare e scaricare, per poi farmi qualche km per andare a caricare e ri scaricare merce. Ovviamente l’ombrello è a casa… 🌧️ Sbalzi di temperatura tra furgone e fuori, infatti credo che il baffo sia cascato, invece, sorpresa alle 18 sono ancora in posa!  Direi che per essere stato quasi 3 ore sotto il diluvio con solo un piccolo cappuccio, posso essere entusiasta di questa cera. Unico movimento è una leggera incurvatura del baffo destro, ma nulla di più! 

CONCLUSIONE🔚

Una cera (e un brand) che non può mancare per un baffuto. Una volta conosciuta, la si impara a lavorare, per me si ha per le mani LA cera per baffi. Ottima, sia per persistenza dei profumi, uso materiali e durata. Secondo me è un ottimo compromesso tra tutte le cere che escono dalla casa Captain Fawcett.

VOTAZIONE : 9 1/2

CAPITAN FAWCETT NON DEVE MANCARE A UN BAFFUTO, CHE TALE VUOLE ESSERE. 🎩

Stresstest effettuato prima del COVID-19

Andrea💈

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Ricki Hall con la sua cera da baffi, prodotta da Captain Fawcett.
Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#21

Léa Classic in Tubo 💈🇪🇸💈

Non sempre per avere un prodotto di qualità bisogna investire delle ingenti somme di denaro, a volte la semplicità ci può regalare sbarbate degne di nota. Sicuramente è questo il caso, in cui il brand spagnolo ci fa sbarbare in maniera eccellente, ma con un costo veramente irrisorio. Léa, nata nel 1823 in Spagna, è uno dei saponi da barba più antichi in circolazione. Presentata in un classico tubetto, con tappo a vite e colori decisamente basic, Léa ha numerosi estimatori nel mondo del wet shaving, ma perché?  Sicuramente come in molti prodotti di questa fascia entry level, il prezzo è una motivazione sempre valida (2€/100 gr), ma per me ci sono delle altre variabili che rendono (per me) il brand spagnolo un dei saponi in tubo basic, migliori in circolazione. Innanzitutto ha una texture molto raffinata, non eccessivamente spessa come in altri casi, il che favorisce sicuramente il montaggio (che spesso e volentieri avviene in FL). Inoltre dal lato puramente estetico, mi piace il fatto che sia in un tubo siliconico e non in alluminio, evitando così l’anti estetico (a mio gusto) arrotolamento del tubo. Sulla sbarbata che ho preso in esame, uso un set decisamente pop: rasoio rapira insieme alle oramai fide Astra verdi, con il pennello Yaqi Panda in Tuxedo. Che dire, una volta riempito il pennello con la crema, vado in FL e… Monta da paura. Una schiuma densa, corposa, che necessità di qualche presa d’acqua in più rispetto ad altri concorrenti. Ma alla fine il risultato è veramente ottimo! La lama scorre bene, senza timori, nonostante questo piccolo rasoio, sia molto rude e non propriamente una carezza, la Léa protegge senza problemi. La profumazione ahimè è il suo punto debole (o forse no…. Ma lo vediamo dopo) in quanto risulta essere veramente flebile, delicata e molto evanescente. Durante il montaggio si scorgono delle note “da vecchia barberia” ma appunto durano il tempo di un amen. Ma alla fine a me, in questi casi, interessa più la protezione rispetto alla profumazione… (Ricordo il prezzo… ✌🏻)

Azenda di grande tradizione, Lea è leader del mercato rasatura in Spagna.

Solite 3 passate, qualche presa d’acqua durante il contropelo per farla ravvivare, ma alla fine ho terminato senza alcun problema.  E qui arriviamo al punto di svolta… Che after mettere? Ebbene con il fatto che la profumazione sia così soft si può usare qualsiasi cosa, perché (almeno al mio naso) non c’erano sentori che mi facessero un pò da guida nella scelta. Ovviamente ho deciso di proseguire il filone ispanico, andando a splashare in faccia una dose abbondante di Floid Mentolado Vigoroso, made in Spain ovviamente 😉🇪🇸

CONCLUSIONI

Diciamo che quando si parla di questi entry level, bisogna ponderare il tutto. Non si può pretendere che abbiano delle profumazioni ultra articolate o “sparate”, ma forse qualche goccia in più di aroma, non avrebbe guastato (se si pensa alle profumazioni di Proraso, siamo su altri livelli). La meccanica è ottima, mi ha veramente stupito, scalando diverse posizioni nella mia top ten delle basiche in tubo. Ho trovato che Léa rispetto ai competitor lavora benissimo con i pennelli sintetici, ma quando incontra gli animali, perde qualche colpo (cose lievi, ma che vanno dette). Per quanto riguarda la meccanica siamo a livelli molto buoni, nonostante una formulazione molto semplice, stupisce per il risultato finale. Il post shave non è dei miei preferiti, in quanto ho notato che la pelle era poco idratata, cosa che paradossalmente con la stessa Léa ma in versione mentolo non mi succedeva… I misteri, che (io) non capirò mai 🤷🏻‍♂️🤣

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO (tra i prodotti della stessa categoria*) : ⭐⭐⭐

PACK : ⭐⭐

PROFUMAZIONE : ⭐ Soggettiva

POST SHAVE: ⭐⭐

PROTEZIONE/SCORREV.: ⭐⭐⭐

RAPPORTO QT/QL PREZZO: ⭐⭐⭐⭐

* Prodotto nella categoria entry level.

Andrea🖋

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Montaggio, protezione scorrevolezza. Difficile fare meglio di Lea a questo prezzo, ma non solo!
Categorie Senza categoria
Item added to cart.
0 items - 0,00