Viano profumi coltelli

Categorie prodotto
Brands

1° puntata di #SoapTour

Darwin – Classic Scent 🇫🇷💥🇬🇧Un brand che nel mio immaginario ricorda molto la figura mitologica della Fenice, un uccello che risorge dalle proprie ceneri rinforzato e rinvigorito. Ecco, Darwin è esattamente questo, un marchio inglese che è nato in Inghilterra prima della Seconda Guerra Mondiale e deceduto con essa, ma, a distanza di tempo, ha trovato nuova vita in Francia, dove è stato ri-creato il marchio, e reso quello che tutti noi oggi conosciamo. Dopo questa doverosa premessa, voglio raccontarvi la mia esperienza con il più classico dei saponi di casa Darwin, il Classic appunto, che mi ha incuriosito e in qualche modo, anche stupito. La confezione si presenta subito di gran classe, sicuramente vale da sola il prezzo del biglietto per la sua eleganza, legata indissolubilmente a quella che (credo) era la confezione originale. Etichetta semplice, ma molto d’impatto, con delle caratteristiche tipiche dei prodotti per il wet shaving inglesi. All’interno troviamo un sapone a pasta morbida, con una profumazione particolare, non classica, ma direi più tradizionale. Infatti si percepisce subito una leggera nota agrumata, ma decisamente più dolce rispetto a quello che si può immaginare da un sapone…argrumato😉 Iniziando, il montaggio rigorosamente in ciotola, la profumazione si apre, ed escono fuori delle note di patchouli (che credo sia il principale indiziato per la dolcezza della fragranza) e una lievissima nota di limone/lemongrass/citronella -non l’ho ben capita a essere sincero, ma c’è-, che rendono tutta la profumazione un elegante mix di tradizione, molto vicino a una classica colonia degli anni 40/50. Il montaggio è molto semplice, caratterizzato da una bella corposità della schiuma, che appena viene applicata in viso crea uno strato protettivo decisamente buono (considerando gli ingredienti di cui è composto il soap). La scorrevolezza qua la fa da padrona, il rasoio vola letteralmente sul viso, ma avendo una discreta protezione (dovuta al burro di karité) si viaggia serenamente fino al termine della sbarbata.

Il sapone non è tra i cosiddetti “super saponi”, anche perché nella formula c’è molta semplicità, che porta però a tantissima praticità; l’olio di cocco e l’abbondanza di glicerina rendono la scorrevolezza un grandissimo punto a favore di questo Darwin Classic, ma allo stesso tempo, l’aggiunta di burro di karité (oltre al fattore di protezione) aiuta la pelle a rimanere molto idratata, e tonica sia in fase di rasatura che nelle immediate vicinanze della fine. Un connubio semplice, ma che funziona, e sul mio viso è stato veramente ottimo! 

CONCLUSIONI

Semplice e pratico, occhio alla tradizione con sguardo dritto sul futuro! Elementi che aiutano sia il tensore più frettoloso che necessità di una schiuma che nasca facilmente ma che allo stesso tempo non sia stucco e faccia “volare” il rasoio, ma coccola anche l’amante della tranquillità e del benessere, rendendo il rito della rasatura un momento di puro relax. Profumazione di ispirazione inglese (delicata ed elegante) ma con una forte presenza francese (arricchita e potenziata) che rende la fragranza un all season abbinabile con i classici after shave della tradizione. Pack molto bello, secondo me apprezzabile più da chi colleziona rispetto a chi inizia, ma sicuramente sempre apprezzato. Prezzo leggermente alto per quello che si trova all’interno (anche se dalla loro hanno l’utilizzo di materie prime sempre BIO -dai burro agli olii, passando per le fragranze-) ma sicuramente è tutto dettato anche dalla scatola, che da sola diventa molto preziosa… C’è però anche il refil, a prezzo decisamente più pop… Per chi ama la tradizione, ma è stufo delle “solite cose classiche” qua può trovare qualcosa di diverso! 💈

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐++

PACK:⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐

*prodotto nella categoria mid

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#41

Fine 21th century – Club House 🏡

Partiamo dal fondo per scoprire questo prodotto, che ci regala una nuova fragranza che si aggiunge alle oramai storiche che sono presenti in casa Fine. Parto dal fondo perché la profumazione di questo Clubhouse e indissolubilmente legata all’ultimo atto che compiamo durante il rito della rasatura, ovvero l’after shave. Infatti questa nuova fragranza è nata prendendo ispirazione (e anche qualcosa in più a dire la verità) dal classico intramontabile Pinaud Classic, un after shave a stelle e strisce, che è un pò il “Denim d’oltre oceano”. Un after classico, con note speziate ed agrumate che da un tocco di classe in più a chiunque lo indossi. Ecco, per gli amanti del Pinaud classic questo Fine da finalmente la possibilità di abbinare un sapone a questo classico senza tempo.  Il soap in sé, è identico a quelli di nuova generazione della ditta americana, quindi sono prodotti in Italia, con elementi scelti accuratamente per donare il massimo del beneficio alla nostra pelle. Troviamo infatti una base tallowata (che ahimè rilascia sempre alcune note lattiginose che, come nell’American Blend, non mi emozionano) ma questa base viene arricchita da elementi vegetali che sono dei veri toccasana per la pelle. Parliamo di 1 burro e 2 olii, che sono il burro di Mango (ottimo per idratare la pelle, renderla tonica e ovviamente creare uno strato di protezione contro la lama di rasoio) l’olio di jojoba (che rivitalizza e rigenera il derma) e infine il mio preferito che è l’olio di Argan che dona un idratazione ottima, e si occupa di rendere la pelle elastica e “umida” dopo il passaggio della lama. Detto ciò, vediamo come è andato in rasatura. Che dire, il maiale è sempre il maiale, e con questi saponi a pasta morbida, secondo me sono i migliori alleati. Basta poco prodotto per avere una schiuma densa e molto compatta, anche se c’è da sottolineare che con la combo maiale+tallow bisogna essere bravi a dosare l’acqua, perché l’effetto stucco/cemento è veramente sempre dietro l’angolo.

Una volta trovata la giusta misura di acqua, il rasoio va con il pilota automatico, permettendo di azzardare anche qualche lama più performante rispetto al solito perché si ha uno strato protettivo davvero notevole. La profumazione rispetto ai suoi fratelli, la trovo leggermente più sparata, che per me è un plus (contando che mi piace molto il clubman…) e soprattutto ho notato che rimane sulla pelle il tempo necessario -e anche qualcosa in più- per effettuare tutte le pulizie degli attrezzi e poi andare di after. E sul dopobarba spendo poche parole, perché è un classico. Ma davvero, sono identici, sono (finalmente) uno il continuum dell’altro. Che dire, una bella trovata, che fa riscoprire un prodotto considerato da banco, ma che per me, ha molto più da dire rispetto a quello che si pensa… Combo veramente azzeccata! 

CONCLUSIONI

Un grande sapone per un grande dopobarba. Era quello che mancava e adesso finalmente ci si può sbarbare con un unica fragranza classica, che è veramente quella. Fine qua secondo me ha fatto veramente centro, per gli amanti della profumazione qui si ha quello che si stava cercando. Il sapone lavora bene, anche se devo dire che risulta leggermente fuori prezzo rispetto a quello che riscontro in rasatura. Elementi ottimi, che si percepiscono bene come effetti nel post shave, stona un pò quella nota di lattiginoso, ma con i tallowati è sempre così. Mi piacerebbe che adesso Mr. Fine si lanciasse a produrre anche le altre fragranze mancanti…di Pinaud ovviamente 😉 Sapone da avere se piace la profumazione del clubman, e se piace il sapone senza il clubman… Prendete anche il classico americano, che sarà veramente una goduria! 

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐1/2

PACK:⭐⭐⭐+

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐+

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐

*prodotto nella categoria high

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#40

PantaRei Marrakech🌹Set Completo

Dopo averci deliziato con ben 5 linee (fatte in collaborazione con diversi produttori) adesso Alessandro Pistoia, il fondatore di PantaRei, ha deciso di iniziare una sua nuova strada, e la inizia con un viaggio… Wow! Un viaggio nelle terre profumate del Marocco, in cui si può percepire un elegante mix di culture, di profumi e di ingredienti, che mixati tra loro, creano meraviglia. Marrakech è proprio li, sul filo del rasoio, borderline tra l’Oriente e l’Occidente, tra il semplice e il complicato, riuscendo a catturare in se tutte le sfaccettature di profumi e misteri che solo una città come Marrakech riesce a dare!  La confezione è decisamente elegante, in cartonato esterno, che racchiude tutte le informazioni utili riguardante il prodotto, ma è aprendo la scatola che si trova il tesoro! Un vaso in plastica, con tappo a vite, che ha pochi ma essenziali elementi: Una rosa del Marocco (a cui ci si ispira per la profumazione) la scritta Marrakech in bianco, con tutti i dettagli in bianco. Sulla banda laterale, troviamo i dati di produzione e l’ INCI, che andremo ad analizzare tra poco… L’interno del barattolo è una pasta tendente al duro di colore bianco, che sprigiona un essenza di rosa che fa veramente viaggiare la mente! Ma visto che siamo in viaggio, prepariamoci. Infatti in fase di prelievo si inizia ad aprire il ventaglio olfattivo, con delle note di legno pregiato che vanno a sbattere contro le note di rosa fresca ma leggermente speziata. In viso è gradevolissimo, si crea una schiuma densa e compatta ma non pesante, quasi come se fosse uno strato di zucchero filato. Il meglio del montaggio per me si ha con il FL… Ma a voi l’ardua sentenza 👮🏼In prima passata le note sono di rosa, non c’è dubbio, ma in seconda e terza passata diventa un mix (almeno al mio naso) decisamente più complesso. Esce una nota di speziato che spiazza in qualche modo le note floreali, rendendo il tutto estremamente elegante e raffinato, diventando un aroma che porta alla mente l’immagine di un aperitivo su di una terrazza di Marrakech, sentendo di sottofondo il vociare della gente e i profumi della città che ti avvolgono (spero di aver reso l’idea) 😉. 

Ma come lavora questo sapone? Che inci ha? Qual’è la sua “caratteristica” migliore? Scopriamolo… Innanzitutto è stato usato l’olio di jojoba come attore principale, per le caratteristiche che ha (e si percepiscono tutte) era il più indicato. Infatti quest’olio ha la caratteristica di preparare al meglio la pelle, creando uno strato protettivo, ma al contempo nutre in profondità in maniera rapida (assorbendosi in maniera veloce) e aiuta la pelle ad essere più tonica ed elastica. Ma quest’olio non è solo, viaggia a braccetto con il burro di karité (tipico delle terre Africane) che oltre a donare una consistenza importante alla schiuma che si produce, è un ottimo emoliente per la pelle. Ma non finisce qui! Per avere un effetto seta in post rasatura (e vi garantisco che si sente tutto!) è stato aggiunto a fine processo -quindi esente da saponificazione- l’olio di oliva che ha delle caratteristiche che sono davvero wow! Infatti insaponificato questo olio aiuta nella riparazione cutanea post passaggio lama, e in più previene la secchezza della pelle, lasciando uno strato in viso che fa godere fino all’arrivo del suo after in abbinata (che è obbligatorio da avere!). Qua si apre letteralmente un mondo… Se con il sapone si sentivano alcune sfaccettature di elementi speziati, qua si ha l’apoteosi. Elegante come pochi after sanno essere, qua si percepisce la vera essenza del Marocco. Note di rosa più selvatica, meno dolce rispetto al sapone, si amalgamano con delle profumazioni di legno pregiato di argan e di spezie dolci (zafferano e curcuma potrebbero essere le pretendenti). Un mix incredibile, a chi apprezza il sapone, questo non deve mancare. Ha poi una caratteristica che mi ha stupito veramente tanto, cioè quella di assorbirsi in tempi record, lasciando un effetto sulla pelle quasi come se non si fosse applicato nulla, quasi come se si volesse far sentire la profumazione, ma lasciar agire tutti gli elementi che erano presenti nel sapone. Non so se è stato voluto, ma se così fosse… Tanto di cappello! 

CONCLUSIONE

Che dire… Sicuramente la nuova strada intrapresa da PantaRei è sicuramente eccellente. Prodotto ottimo, perfetto per i periodi caldi dell’anno, lasciando sulla pelle una profumazione elegante e fresca, perfetta per chi si rade al mattino, ma per me ottima per un aperitivo mondano. Sapone ottimo, mi ha veramente stupito l’effetto che lascia alla pelle, probabilmente l’olio di oliva è stata la carta vincente. Prelievo semplice, montaggio rapido e veramente deciso, presente e protettivo. L’after è la ciliegina sulla torta, ma su una torta di ciliegie, ovvero immancabile. Effetto in viso spettacolare, uno dei migliori mai provati, con una persistenza sulla mia pelle veramente buona. Entra di diritto nella mia personale top 5 dei saponi italiani. Complimenti 💈! Personalmente il set completo risulta un pò costoso, forse lasciando perdere qualche dettaglio (apprezzato visivamente ma non utile all’uso) sarebbe con un prezzo al top! 

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐⭐+

PACK:⭐⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐⭐

*Prodotto nella categoria high

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#40

Phoenix Shaving Awesome Sauce 🧟‍♂️🧟‍♀️

Come si suol dire spesso, i classici non tramontano mai, anzi spesso tornano in auge dopo un periodo in cui sono stati “snobbati” dal grande pubblico. Questa è un pò la situazione che è successa con questo “nuovo” prodotto della ditta Phoenix Shaving, che ha deciso di rendere onore a un grandissimo classico della rasatura tradizionale. Un omaggio “a potenza” si può definire, anche perché questo prodotto è una rivisitazione, anzi un potenziamento del classicissimo Proraso Verde. Si proprio lui, il vaso che troviamo in qualsiasi supermercato italiano, che ha scritto la storia del wet Shaving, si trova a essere al centro di questo nuovo progetto americano. Il sapone che andremo ad analizzare infatti riprende in tutto e per tutto il classico Proraso Verde, con una profumazione che è stata sostanzialmente solo potenziata (ma a livelli veramente alti…) andando a riprendere le note olfattive legate in particolar modo all’after shave. Ma andiamo con ordine… Fermo restando che la ditta americana ha espressamente detto che Awesome Sauce è ispirato all’after è non al sapone, ci troviamo, aprendo il barattolo, un invasione totale di eucalipto è menta (di quella selvatica, non la tipica da “sciroppo alla menta”) che porta immediatamente alla mente il famoso dopobarba italiano. E già qui si gode (vedendo le temperature 🥵), ma la meraviglia arriva montando il sapone, che è veramente una cosa superlativa… Ma ne parliamo dopo, adesso voglio soffermarmi sulla bellissima, e molto originale etichetta, che va a rappresentare una specie di “medico dei profumi” che sorregge una boccetta contenente l’essenza italiana… Il Proraso² ! Il tutto a tinte ovviamente verdi, con dettagli bianchi, che rendono veramente molto onore al progetto in se, e ovviamente al prodotto di Ludovico Martelli. Ma tornando a come lavora, bhe… Che dire… Una bomba atomica! La formula CK6 (oramai famosa in tutto il mondo) è qualcosa di eccezionale! Per me una delle migliori formule che sono mai state fatte nel mondo del wet Shaving e rende questo sapone qualcosa di veramente unico nel suo genere! Sembra di fare un passo indietro di 70 anni, ma essere quasi nel futuro (una sorta di Back to the Future 🚙), perché il montaggio è veramente tanta roba -non me ne voglia Martelli, ma qua siamo anni luce avanti- ma con questa fragranza storica, che stuzzica i ricordi. 

Il montaggio è eccezionale, schiuma densa è compatta, ma con una scorrevolezza al limite con la vaselina. La formula è un tripudio di olii e Burri vegetali che danno alla pelle un post shave di quelli memorabili. Basta pensare che all’interno si trovano il burro di Murumuru (ottimo per curare la pelle dalle irritazioni -eczemi e psoriasi-), quello di cupuacu (rende la pelle elastica, rivitalizzata, rinfrescata e ovviamente setosa) e quello di Bacini (che è il creatore del collagene della pelle, nonché elemento che stimola il derma a essere tonico è giovane) ma anche insieme a una serie di olio nobili, tra cui spicca in assoluto il Jojoba (ottimo come  lenitivo, ma anche come ammorbidente -pre e post- della pelle).  La loro formula CK6 è eccezionale, c’è ben poco da dire! Ha reso -spesso- la combinazione di Progress settato a 4 con Gillette Platinum una passeggiata, cosa rara per la mia pelle 😅 Ovviamente è OBBLIGATORIO concludere con l’after di casa Martelli, che con la sua freschezza balsamica (meglio se servito fresco di frigo) fa capire al 110% quello che si è appena fatto, ovvero un back tu the Future reale, e soprattutto memorabile! 

CONCLUSIONI

Mi sono emozionato, perché in un solo sapone troviamo il moderno e il retrò, il classico e l’innovazione, l’America e l’Italia. Un mix ottimamente riuscito, che rende onore a un prodotto che spesso veniva considerato come “entry level e poi passa oltre”, dando giustizia a una profumazione che ha fatto la storia. Formula da capogiro (come tutte quelle che sono CK6 d’altronde) che fa capire che il vegetale è buono, che il vegetale da veri benefici alla pelle! Mix di elementi che sono veramente validi, di ottima qualità e con caratteristiche che non si trovano spesso nei saponi. La profumazione è un classico rivisitato (poco) e molto potenziato, ottimo da usare nei mesi caldi, ma come all season, qualche volta lo si può azzardare. Per trovare il pelo nell’uovo, mi sarebbe piaciuto trovare uno sprint in più nella voce ” effetto balsamico” che ho trovato leggermente più nascosta rispetto alle note eucaliptate e mentolate. Grafica da urlo, quelli di Phoenix Shaving devono fare un monumento al loro grafico! 🧟‍♂️🧟‍♀️

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐⭐++

PACK:⭐⭐⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐⭐⭐

*Prodotto nella categoria high

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

4° puntata di #razortime

Muhle Companion – blue lacet 🔵

Che il mondo della rasatura tradizionale non sia solo più rivolto al genere maschile è cosa nota già da qualche tempo. Infatti alcune ditte di rasoi, hanno iniziato a produrre prodotti, pensando anche al gentil sesso, con attrezzi che, strizzano l’occhio sia all’estetica, che ovviamente alla delicatezza. Il prodotto di oggi è un chiarissimo esempio di rasoio unisex (se così si può definire) che unisce un estetica veramente bella e allettante (e a tratti anche utile) con una delicatezza abbastanza corretta per le diverse rasature. Ma cerchiamo di andare nel dettaglio di questo Muhle Companion, e cercare di capire quello che effettivamente abbiamo (o avrete) tra le mani… Partendo dal peso, abbiamo un manico di 53 gr, e una testa di 35 gr, che insieme danno vita a un rasoio bello solido e robusto dal peso complessivo di 88 gr. Non male per nulla, infatti in fase di rasatura lo si sente bene in mano, facendo ben percepire la solidità del pezzo. Essendo un rasoio pensato anche per la depilazione del corpo, è stato studiato con una testina molto coperta, che nasconde la lama, per evitare che ci passando essere dei tagli con la parte corta della lama. Questa forma della testa è a tratti molto interessante, ma allo stesso tempo può risultare un pò “scomoda” In fase di rasatura maschile. Infatti mi sono accorto che per ottenere un angolo di taglio “fruibile” per eliminare la barba, bisogna aprire davvero molto il rasoio, portando a utilizzare un angolo di quasi 40° , che sono parecchi rispetto ai 30° (circa) dei rasoi che normalmente si adoperano. Questo è dovuto sicuramente alla barra di sicurezza, che risulta essere molto sporgente, e non permette alla lama di uscire fuori in modo naturale con un apertura a 30°. Sulla mia pelle, con lame più o meno dure, si è comportato bene, ma questa apertura mi ha fatto percepire in modo un pò troppo crudo alcune lame, che per me sono assolutamente dolci, e al contrario, mi ha permesso di utilizzare lame più affilate (che normalmente non adopero) rendendole quasi mansuete (quasi… Le feather sono sempre delle katane 😅), andando a chiudere un pò l’angolatura e portandola sui 35° -circa, non sono un goniometro-. 

Il manico è per me bellissimo, forse un dito troppo lungo, ma io che ho le mani grosse l’ho trovato molto gestibile, ma soprattutto bilanciato in maniera ottima! Essendo abbastanza pesante, permette un uso abbastanza in scioltezza, anche perché lavora veramente da solo. La grafica del manico, è veramente bella, anche se (almeno per come mi rado io) è tanto bella quanto poco utile. Nel senso che, il motivo a mo di “impronta digitale” è sicuramente accattivante, ma non dà il grip che mi aspettavo da una lavorazione così articolata. Con le mani bagnate tende a non essere proprio molto saldo (mi ricorda un pò la grafica dei manico retrò di Fatip e la relativa presa…) ma avrei preferito magari qualche accenno di grip “extra grafica” che rendesse più sicuro l’acchiappo.  Il dettaglio del cordino… Bhè, all’inizio è carino da vedere, dopo la prima sbarbata lo si toglie… Non ha utilità almeno per noi maschietti, a meno che non ci si rada il corpo in doccia e lo si lasci appeso vita natural durante… Sicuramente un’operazione di marketing rivolta più alla parte femminile dei fruitori del rasoio. 

CONCLUSIONE

Definire questo rasoio è difficile, ma forse l’aggettivo che più gli calza è atipico.  Atipico nel senso che non è un rasoio normale (almeno per come l’ho percepito io), perché non lavora in maniera convenzionale, non ha un manico standard e studiato per l’efficacia, non ha un peso da dire wow, ma, e questo è un grosso ma, lavora bene. Cioè bisogna capirlo, studiarlo e corteggairlo (come fosse una bella donzella da conquistare). L’angolo di 40° circa mi ha spiazzato, ma poi mi sono abituato e funziona abbastanza bene (non è un rasoio docile, ma bisogna domarlo per renderlo morbido), il manico ha un estetica bellissima, ma quando ci si abitua a manici più “studiati” si tende a capire che l’impronta digitale è bella se funziona, e qua a mio avviso funziona bene ma non benissimo. Il peso è giusto, pensando al pubblico a cui è rivolto, stare sotto i 100 gr. era d’obbligo, anche se sempre su questo concetto dell’unisex, avrei accorciato di 1 centimetro la lunghezza del manico per renderla più comoda con una mano piccola. Un rasoio da avere? Per me è un si, ma se abbinato a una gamma di 2/3 rasoi più ortodossi, come unico rasoio o come rasoio per la depilazione direi di no, anche perché io a ridermi il corpo con questo companion… Un pò di timore lo avrei… 🤷🏻‍♂️

VOTAZIONE : 7 + 

(Il + è esclusivamente per la grafica che a me piace veramente tanto!) 

 

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#39

Phoenix Shaving Diver Down CK6

Come non si fa a non amare un prende come Phoenix Shaving, che sforna di continuo prodotti al top, facendo ogni volta ingolosire e innamorare noi tonsori? Ecco un altro chiaro esempio, Diver Down. Arriva da noi in Italia in quella stagione in cui si cerca il fresco, la botta ghiacciata in viso… Ecco Diver Down non è assolutamente un gelido sapone, tutt’altro! Infatti alla prima snasata si cammuffa benissimo sotto le mentite spoglie di un “bay rum rivisitato” ma attenzione… Mai giudicare un libro dalla copertina… Partendo dal pack (sempre bellissimi e molto accattivanti) troviamo un immagine di pesca subacquea presumibilmente di inizio anni ’20, divisa a metà tra le luci e le ombre. La scritta Diver Down è di colore bianco, stagliata al centro dell’immagine, come se stesse fluttuano, con a fianco il (credo nuovo) logo aziendale di Phoenix Shaving. All’interno del vaso di plastica, troviamo un sapone a pasta semi morbida con una profumazione che inganna (almeno, a me ha ingannato parecchio). Infatti escono con prepotenza le note speziate e calde del bay rum, ma con in sottofondo qualche sfumatura che si discosta… Durante la sbarbata esce il lato misterioso della profumazione, che la spezza e la stravolge! Un mix verde e balsamico di Pino smorza e ribalta le note sentite fino ad adesso (spezie calde che a me ricordano la cannella, il garofano,e sicuramente la mirra…) rendendo questo sapone decisamente fresco sulla pelle, ma molto delicato senza essere invasivo come le compagini più green. Da una bellissima sensazione, simile a quella che si prova mangiando gli “after eight”: un cuore freddo racchiuso in un caldo cornicione di cioccolato… Ecco pensate a questo e avrete la sensazione (provata da me) di com’è Diver Down. Ovviamente la rasatura è stata sempre goduriosa, ma essendo un CK6 (formula usata da Phoenix Artisan) non poteva essere altrimenti… 

Il post Shave mi stupisce sempre, perché questo mix di burri che troviamo all’interno dei prodotti di casa PAA è sempre fenomeale! Basti pensare alle proprietà principi dei 3 burri fondamentali che vengono adoperati per avere un senso di benessere immediato: parliamo del burro di Chupuacu, Murumuru e Bacuri. Il Chupuacu è un potentissimo tonico per la pelle, ma aiuta anche a renderla elastica, protetta dagli agenti esterni e bella fresca, senza dimenticare che è un ottimo idratante, come lo è anche il burro di murumuru, che però ha come dote principe, quella di calmare e lenire la pelle da eventuali rossori e problemi causati dalle lame del rasoio. L’ultimo burro invece è quello più “medico” se vogliamo tra i 3,in quanto protegge la pelle dai raggi UV, ma allo stesso tempo combatte e previene la creazione di macchie della pelle ed inestetismi vari del derma. Essendo il burro di Bacuri molto denso, e facilmente assorbibile dalla pelle, garantisce una durata in volto anche una volta che viene sciacquato via (in questo caso insieme al sapone). Anche oggi la lezione l’ho terminata, ma non riesco a non dare 2 informazioni in più quando si tratta di prodotti che fanno la differenza!

CONCLUSIONI

Come abbiamo detto è un prodotto dalla profumazione strana, nel senso che ti inganna facendoti credere di avere un (nel mio caso) ennesimo bay rum, ma in realtà questo è un bay rum in versione Summer Hit. Il pino e le note verdi donano una freschezza balsamica che non ti aspetti, e ti fa ricredere su quello che stavi pensando fino a quando non lo hai provato. Formula da paura, come sempre d’altronde, che mi fa mettere qualsiasi sapone CK6 nei migliori vegetali al mondo! Ricerca dei materiali, mai banali e soprattutto con caratteristiche sempre utili per portare a casa una rasatura al top! Grafiche sempre belle, valgono sempre il cosiddetto “prezzo del biglietto”… Peccato che in Italia ci arrivino solo pochi prodotti rispetto alla marea che producono in Arizona… Ma mai dire mai 🙅

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐⭐+

PACK:⭐⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐+ (soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐⭐

 

*Prodotto nella categoria high

 

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#38

TFS Soap Opera Credential

Il sipario si apre per celebrare il 76° compleanno di TFS. Si spengono le luci e cala il silenzio in sala. È il momento di Soap Opera, l’opera d’arte nata dalla mente della regina dei saponi Paola Barile. Un vero e proprio spettacolo, dove gli attori protagonisti sono l’eleganza e la qualità delle materie prime. Siete pronti a godervi quest’opera? Ecco, quando ho preso per la prima volta in mano Soap Opera, mi sono catapultato  all’intero del teatro Regio di Torino, in elegante smoking, circondato da persone eleganti e raffinate. La prima impressione è proprio questa, un profumo che sà di teatro. Sinceramente mi ci è voluto qualche giorno per apprezzare appieno la sinfonia olfattiva di questo prodotto, ma una volta compresa, diventa una necessità! Contenuto in un elegante vaso in plastica, con tappo bianco, Soap Opéra già dalla grafica fa capire che in realtà il vaso non contiene sapone, ma emozioni. Grafica elegante, semplice e senza fronzoli, proprio come mi immagino un invito a un galà. Aprendo il barattolo, esce subito l’emozione di una serata importante, delicata, ma molto intensa. Le note di sandalo sono molto presenti al mio naso, ma sono smorzare in maniera sublime da note verdi e aromatiche. Dopo qualche utilizzo ho sentito qualche sfumatura quasi speziata, che mi porta alla mente qualche cosa come le bacche di ginepro o i chiodi di garofano, che vanno ad impreziosire e a mitigare leggermente le note calde e legnose del sandalo. Un mix davvero elegante, che farà felici soprattutto i tonsori serali. Dico questo in quanto la profumazione così avvolgente, la vedo meglio per un utilizzo mirato (una cena, un party etc.) rispetto ad un utilizzo diurno, che rischia di passare  come “profumazione pesante”/calda.

Il sapone ha lavorato sempre bene, con tutti i pennelli, anche se (a causa della consistenza abbastanza morbida) mi sono trovato meglio con i pennelli in setola rispetto ai sintetici, in quanto trovo che raccolgano meglio il sapone, senza rischiare di averne in essendo tra le setole. Rasoio che scorre bene, il sapone chiede acqua, ma la restituisce in maniera ottima sul viso, lasciando anche tra una passata e l’altra la pelle molto idrata e morbida. Tre passare portano via qualsiasi pelo, lasciano una pelle morbida, elastica e protetta, senza dimenticare la profumazione, che persiste in maniera avvolgente fino all’arrivo dell’after shave.  Che dire, a chi piace l’eleganza con soap-opera, rischia di trovare un alleato per sempre!

CONCLUSIONI

Sapone con una meccanica da favola, elementi ben bilanciati che restituiscono quello che promettono. Il post Shave è veramente eccellente, tra i TFS sicuramente uno dei migliori. Profumazione signorile, elegante, che si indossa sempre bene. Molto maschile, adatta più alla sera che al giorno (almeno in questo periodo dell’anno) ma che con l’avvento dei primi freddi, sicuramente farà parte spesso anche della mia routine giornaliera mattutina. Pack elegante, moderno. Piacevole da vedere e soprattutto confezionato come un prodotto di alta cosmetica. Avrei preferito magari un vado in alluminio che avrebbe dato (forse) un tocco più Eco friendly al tutto. Rapporto qualità prezzo buono, forse con questo nuovo pack in cartonato il prezzo sale leggermente, ma ci sta per avere un prodotto che si comporta ottimamente. Secondo me, soap-opera “rischia” di diventare un must have, sempre verde, da alternare a Vecchia Torino, lo storico di casa TFS… Vedremo cosa succederà, per ora godiamoci questo spettacolo di sapone, che lo spettacolo in casa TFS è appena cominciato! 

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐⭐

PACK:⭐⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐

*Prodotto nella categoria mid+

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria

31° #stresstest sulle Cere da Baffi

Torniamo a parlare di cere da baffi, e lo facciamo con un prodotto francese, di una ditta (Le Père Lucien) che spesso, e anche giustamente, si collega al mondo della rasatura tradizionale. Ma per fortuna non si sono fermati solo alla creazione di prodotti per eliminare la barba, ma si sono allargati anche al mondo di chi i peli, li fa crescere e li cura! La loro cera baffi è totalmente artigianale, fatta “alla vecchia maniera” con pochi ingredienti, ma tutti decisamente buoni. Il prodotto si trova in un piccolo vaso di alluminio da 15 ml, con sopra il logo aziendale (il signor Lucien), bordato da un contorno arancione, che varia a seconda della fragranza che si sceglie (in questo caso l’albicocca) rendendo ogni vaso colorato in maniera diversa. Sul retro del vasetto troviamo un adesivo con il numero di lotto, scritto a mano, che fa immediatamente capire l’artigianalità del prodotto. Il famigerato INCI si trova sul fronte del barattolo, e vede capeggiare come ingrediente principale la cera Alba, colei che ci aiuta a scorrere il manubrio, insieme troviamo l’olio di cocco (che aiuta nell’idratazione del pelo) e la lanolina, un grasso che deriva dal pelo della pecora, che ha un potere modellante molto interessante. Ho provato questa cera veramente tanto, ma visto che la stagione lo permette, voglio raccontarvi e farvi vedere il mio test al mare! Giornata ventosa, ma con un caldo torrido. Questa la premessa. Metto su la cera alle 9 del mattino (foto 1) e partiamo verso la spiaggia🌊☀. Il vento si sente tutto, e devo dire che mette subito alla prova la tenuta, andando a spostare abbastanza verso il basso i baffi, ma loro tendono a tornare in posizione in maniera naturale, una serie di 2 bagni con annesse “papà voglio nuotare”, mi fanno immergere per quasi un ora in acqua. Ma nonostante ciò la cera tiene incredibilmente bene (foto 2). 

Pranzo, sonnellino e poi grandi castelli di sabbia, il tutto sempre con un vento che ci costringe verso le 17 a battere la ritirata, senza però prima aver fatto ancora una nuotata. Volutamente provo a non togliere la cera sotto la doccia casalinga, per vedere come resiste anche per la serata (gelato e passeggiata) che ci aspetta. Bè devo dire che modellando ancora quella che c’era, mi ha stupito per come si sono presenti i baffi alle 23…modellati, ovviamente un pò scompigliati, ma con una forma ben visibile! (Foto 3).

CONCLUSIONE
Normalmente quando devo dire quali sono le mie cere preferite, tendo a pescare da quelle inglesi, che trovo essere le migliori, ma questa di Le Père Lucien ha sgomitato per entrare nelle mia top 5,e ci è riuscita! Ovvio non è (a mio parere) la migliore, ma sicuramente ha scalciato fuori una testa di serie. La 5 posizione è tutta sua, avendomi convinto sia come tenuta, che come potere modellante. La profumazione sicuramente merita una nota di merito, essendo veramente ottima e molto veritiera. Quando penso all’ albicocca, penso a questo profumo! Ottimo! Forse leggermente untuosa tra le dita e sul pelo (effetto dovuto, credo , alla lanolina che è molto grasso come elemento) ma diciamo che l’effetto vale la tenuta.
L’artigianalità del prodotto c’è e si sente, cosa che da un tocco molto interessante a questa cire du mustachu 😎

VOTAZIONE : 8.5

Tenuta : 8.5

Malleabilità : 8

Profumazione : 9

Andrea

 

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

 

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#37

TFS – Torino Forti Sensazioni 2021🐂

È tornato! Dopo 6 anni di assenza, finalmente si rivede la linea celebrativa del brand torinese, che ci delizia con un set decisamente interessante! La linea Forti Sensazioni nasce per celebrare la città di Torino (dove è nata la TFS) e nel 2015 nascono i primi 2 esemplari di questo prodotto, che hanno subito fatto breccia nel cuore degli appassionati. E a distanza di 6 anni (complice il Covid) ci viene presentata la nuova edizione, che rimane molto ancorata alle precedenti (pack è vaso) ma con una strizzata d’occhio al futuro (materiali e lavorazioni), che rendono questo set un vero must have per i tonsori. Partendo dal pack, troviamo una grafica di ispirazione nettamente classica, su fondo beige troviamo una Mole stilizzata e la scritta Torino Forti Sensazioni che si prende il palcoscenico. In basso a destra troviamo un effetto di carta strappata, dalla quale esce il 2021. Il vaso del sapone è di quelli “classici” di TFS, delle prime produzioni, di color magenta, attorniato da una banda che porta la scritta Crema Purissima da barba, con relativo INCI (che vedremo dopo). Il sapone si presenta di color bianco, di una consistenza morbida, quasi cremosa, che permette di essere prelevata tranquillamente con la paletta (in dotazione).  La profumazione è molto interessante, ottima per la stagione in cui è stato lanciato, ed è un mix molto elegante e maschio di agrumi e note floreali. In fase di montaggio -fatto sempre in ciotola prelevando una noce di prodotto con la paletta- ho notato che la profumazione si amplifica, e si “semplifica” per il mio naso. Escono fuori molto gli agrumi (io sento del limone e qualche nota di bergamotto) accompagnati in maniera quasi indissolubile da note di violetta e (forse) gelsomino. Un mix molto piacevole che nonostante tutto, è decisamente maschile. . La schiuma che si presenta in viso dopo il montaggio è ben coprente, densa ma non a stucco e risulta essere molto scorrevole. Il rasoio vola via che è un piacere, ma la pelle quasi non sente il passaggio della lama. 

Sicuramente gli elementi che compongono questo sapone, aiutano (e non poco) questo risultato… Infatti troviamo all’intero del soap sia l’olio di Ricino (che crea un film lipidico per mantenere la pelle umida) che l’olio di Argan – che conosciamo oramai a memoria, essendo uno dei miei ingredienti preferiti- che in combinata, rendono la sbarbata sicuramente molto scorrevole, ma allo stesso tempo lasciano una pelle molto idratata e soprattutto rilassata ed elastica! Un connubio di elementi semplici ma veramente efficaci, ma soprattutto con effetti tangibili sin da subito! L’after non è da meno, profumazione molto simile al soap, ma con una presenza più marcata di agrumi, e qualche nota dolce in più (che non avevo sentito nel sapone) di un frutto, che per me è ananas 🍍. Il livello alcoolico è blando, molto delicato, sembra quasi un olio come effetto. La mia pelle (come per tutti gli agrumati) trattiene poco o nulla -1 ora e mezza- la fragranza, che su di me, ha un effetto wow per 10 minuti, ma immediatamente dopo, rimane un lieve filo di aroma, che mi accompagna per un periodo limitato (sempre un after è…).

CONCLUSIONI                         

Che dire, dopo 6 anni questa è stata una bellissima ri-scoperta. Prodotto da avere anche solo per collezione (per chi ha queste fisse delle limited) ma ovviamente usandolo si ha un vero piacere. Elementi semplici, senza fronzoli e senza avere all’interno elementi “strani”. La semplicità che trasmettere Forti Sensazioni. Profumazione piacevole, adatta ai periodi caldi, senza dubbio, con un bel tocco di freschezza. Non sarà una profumazione che esplode e vi profumererà l’intero bagno, ma sicuramente vi darà un nonsochè di benessere. Semplice ed efficace. Così come lo è sempre stata la ditta torinese. Poche parole, ma tanta sostanza. Un po’ come lo sono anche i torinesi se vogliamo😉 Sotto alla Mole, c’è un set che vi stupirà. Provare per credere!

VOTAZIONE

GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐ 1/2

PACK:⭐⭐⭐

PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐(soggettiva)

POST SHAVE: ⭐⭐⭐

PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐

RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐⭐

*Prodotto nella categoria mid

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

 

Categorie Senza categoria

SAPONIEDINTORNI#36

Noxzema Gialla in Tubo 🏏
Uno di quei prodotti che ingannano, perché spesso li si trova a prezzi veramente irrisori, ma che in realtà, provandoli, ci si accorge che hanno una resa veramente ottima, facendo spesso e volentieri rendere omaggio al detto “poca spesa, tanta resa”. Parliamo infatti del tubo giallo di Noxzema, un prodotto da banco (anche se nel tempo si fatica sempre di più a trovare) che come molti suoi simili, rende la rasatura un vero piacere. Quello che mi piace di questo prodotto, è che, a differenza di altri pari prezzo, ha qualcosa di più elegante, che spesso troviamo in alcuni saponi ben più blasonati, esaltandone le caratteristiche. Parliamo del burro di cacao, un elemento che ci aiuta tantissimo durante la nostra sbarbata, perché questo elemento ha innumerevoli proprietà benefiche, tra le quali quella di idratare la pelle, favorire la protezione del derma dal passaggio della lama, e infine previene il rossore… Cioè parliamo di un sapone che costa circa 2 euro, direi che abbiamo già un elemento più che valido per essere portato nell’Olimpo dei saponi in tubo! Effettivamente la rasatura con la Noxzema, mi ha dato molta più soddisfazione rispetto ad altri prodotti similari, vuoi per la resa in montaggio, vuoi per il post shave che non mi sembrava vero, vuoi per la profumazione, vuoi per altri 100 motivi, ma alla fine mi sono stupito e anche un pò sorpreso. Faccio una riflessione che probabilmente rischia di essere mal interpretata, ma ci provo… Vale davvero la pena dannarsi l’anima per avere un sapone con millemila prodotti all’interno quando con 2 euro abbiamo materiale a sufficienza per poterci radere in maniera ottima? Detto ciò dico la mia, per far capire perché spesso non ci fermiamo a godere di un prodotto ottimo come la Noxzema. Innanzitutto la Noxzema presa in esame ha una profumazione particolare (io percepisco qualcosa di cannella mixata a qualcosa di fresco ed eucaliptato)che può piacere o non piacere, ma tanto quella c’è, e se uno vuole è così sennò nada, mentre altre compagini hanno profumazioni diverse, sceglibili e spesso (salendo di livello) anche pack decisamente più accattivanti, ma è vero che spesso non hanno neanche un elemento valido come quello usato in Noxzema. Spesso ci fermiamo al pack, o al nome, o semplicemente a qualcosa che sia strano, ma non ci rendiamo conto che, nel prodotto più semplice che c’è, magari ci si trova un prodotto altamente performante.

Questa è la mia idea, maturata dopo un utilizzo costante e metodico di Noxema. Mi sono reso conto che vale molto più di quello che costa, e che se la profumazione piace, e non frega nulla della bellezza del pack, si ha un prodotto eccellente a prezzo contenuto, con benefici che sono tangibili e soprattutto visibili. Con questo non sto dicendo che tutto quello che circola è superfluo, anche perché nei prodotti di livello superiore entrano in gioco anche le lavorazioni, i tipi di elementi usati, le qualità degli stessi etc… Prendete questa riflessione come un suggerimento, o una provocazione 😎
CONCLUSIONI
Poca spesa, tanta resa, sembra essere stato scritto appositamente per questo prodotto. Il burro di cacao fa godere, si percepisce appieno, rendendo la sbarbata molto protettiva, ma allo stesso tempo molto scorrevole. Ovviamente non sarà il burro di cacao più pregiato al mondo, ma c’è e si sente e questo fa la differenza (almeno sulla mia pelle). La profumazione a me piace, la trovo strana ma molto convincente, sicuramente non ha l’intensità di prodotti di gamma superiore, ma fa comunque il suo…Io mi sono stupito molto di questa crema, che mi ha sempre donato sbarbate da re, ma con un prezzo che più popolare di così… Si muore 🤣

VOTAZIONE
GIUDIZIO COMPLESSIVO*: ⭐⭐⭐⭐
PACK:⭐
PROFUMAZIONE: ⭐⭐⭐(soggettiva)
POST SHAVE: ⭐⭐⭐⭐
PROTEZIONE\SCORREV. : ⭐⭐⭐⭐
RAPPORTO QT\QL PREZZO:⭐⭐⭐⭐⭐

*Prodotto nella categoria basic

Andrea

LEGGI LE RECENSIONI DI CIVA _ILBAFFO SUI SUOI PROFILI:

INSTAGRAM

FACEBOOK

Categorie Senza categoria
Item added to cart.
0 items - 0,00